Quale genere pensi essere il più adatto per il film "L'Esercita"?

giovedì 27 dicembre 2007

Quello che non va

Ciao ragazze e ragazzi! Un'altra volta youtube mi ha dato l'ispirazione per scrivere un intervento. Stavolta non mi avvalgo del supporto delle immagini, giusto perchè il nostro fantastico spazio non diventi una succursale del più rinomato sito. Mi è capitato di vedere un video che presenta una iniziativa a mio parere interessante, gli autori invitano la gente ad esprimere la loro opinione su chi dovrebbe fare cosa per rendere il mondo un posto migliore nel 2008. Volete liberare la vostra anima rivoluzionaria ed inveire contro i governi? Qui potete farlo! Siete dei no-global e odiate le multinazionali? acomodatevi! Odiate i no-global? Rendete il mondo partecipe delle vostre idee. Magari vi basta alzarvi un ora più tardi al mattino, perchè no? Dite tutto quello che vi passa per la mente. Ho pensato di fare da sponda al tam-tam telematico rilanciando l'iniziativa a voi carissimi lettori...
Scusate la serietà che stona un po' con l'andazzo precedente, ma chi è stato a suo tempo un afeciònado del Bateau-atelier dovrebbe già essere uso a questo genere di uscite.
Si dia inizio ai commenti!
Andrew

13 commenti:

Cot ha detto...

Bene, comincio io! Allora.. diciamo che per ora accantono il midweek visto che credo che il mondo non sia ancora pronto. Mi lascio invece andare ad un po' di filosofia (spicciola) dicendo che ovviamente ci sono diverse cose che non vanno ma sarà difficile un cambio di rotta evidente visto che per migliorare le singole situazioni così come quella "generale" spesso c'è qualcuno che deve rinunciare a qualcosa ed ancora più spesso questo qualcuno o non se ne rende conto o semplicemente non è disposto a farlo...
mmmh... ad ogni modo se mi viene in mente qualche piccola migliorìa non esiterò a scriverla

a golden daffodil ha detto...

..se Cot si lascia andare a un po' di filosia spicciola..io mi inoltro nel mondo della poesia..

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che
fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi e’ infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia
aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o
della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non
risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere
vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto
di respirare.

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
splendida felicita’.

Pablo Neruda

gnaro ha detto...

Figa mi son rotto il cazzo alla seconda strofa...

gnaro ha detto...

Comunque è inutile ke certe persone mi dicono ke su questo blog sembro un'altra persona xkè scrivo in maniera troppo elegante rispetto a come sono di solito e poi fanno i signoroooni scrivendo le parolooone e fanno i discorsoooni filosofici...ma và à dà vià il cul!!

Cot ha detto...

Gnaro sei un grande!! :D
Sappi che io quando ho visto quanto era lungo il commento/poesia sono passato a quello dopo senza leggere nemmeno le prime due strofe...
P.S. Sei fughetto anche quando mandi a dar via il cul
P.P.S. adesso leggerò la poesia che nn ho ancora nemmeno capito chi l'ha inviata

Cot ha detto...

Ti ringrazio golden daffodil perchè hai reso omaggio al nostro blog con un tocco di poesia.
La devo prendere come una critica al mio precedente pensiero pessimistico?

a golden daffodils ha detto...

No, Cot, assolutamente non è una critica! A te invece, Gnaro, leggila tutta, non fermarti alla seconda strofa! E' una poesia molto bella!! Era solo il mio commento a quello che non va...per non morire lentamente...
A golden daffodil

D.T. ha detto...

figa...ma sono l'unico che ha letto la poesia della stefy? ehm...cioè di Neruda....ora mi esalterò per questo!

gnaro ha detto...

Finalmente ho letto anke io la poesia..è ke ieri ero scazzato e di fretta...comunque devo dire ke ne è valsa la pena..

gnaro ha detto...

Grande cot!!ho visto l'immagione del prando dell'esame di economia..figa mi son piegato!!!
Ho visto anke la foto della festa..quando mi son visto non sapevo se sembrava di più la faccia di uno ke si è appena fatto una canna oppure ke si è beccato un cazzotto sotto l'occhio..

P.S.:Prando ho visto ke domani sera c'è "e ditemi, cosa ne pensate della presente..SITUAZIONEE!"

D.T. ha detto...

NOOOOOOOOOOOOO.ma stai skerzando!!!!!....vaccadì sono via domenica sera!!! vabè che in effettti ce l'ho in cassetta....hahhaha...sì cmq la mia vignetta spacca...del resto è più o meno quello che è accaduto davvero :-D....g

D.T. ha detto...

ma figa....nella foto a casa della stefy la socera e lo gnaro hanno letteralmente "visto la luce"!

Cot ha detto...

No, è la luce che ha "visto loro"